Scilla: tra mitologia e case di pescatori

 


Arrivai in città ammirando la sua strana posizione. Costruita su una altura discende come un lungo nastro sul versante orientale della montagna, poi girandosi a guisa di S viene a distendersi lungo il mare…

(Alexander Dumas, autore de “Il conte di Montecristo”.)


Famosa per il suo celebre prodotto locale – il pescespada – e per il nome che si porta, Scilla si presenta come un affascinante bordo di Pescatori sulla costa Tirrenica Calabrese.

Caratteristica è la vista sul Mare: la Sicilia, distante solo pochi chilometri, è ben visibile e si erge sulla linea dell’orizzonte.

Il Castello

Il castello Ruffo di Scilla, talvolta noto anche come castello Ruffo di Calabria, è un’antica fortificazione situata sul promontorio scillèo, proteso sullo stretto di Messina. Il castello costituisce il genius loci della cittadina di Scilla, circa 20 km a nord di Reggio Calabria, e sicuramente uno degli elementi più caratteristici e tipici del paesaggio dello Stretto e del circondario reggino. Il castello ospita inoltre uno dei fari della Marina Militare, il faro di Scilla.

Il borgo

Caratteristico per le sue case sul Mare, il borgo di Scilla è un incanto di vie, viuzze con un unico tema centrale: il Mare

 

Tutte le foto

 

Foto correlate